IMPIANTO AD OMSOSI: LA SCELTA IN 3 PASSAGGI

Impianto ad osmosi: quale hai bisogno?

Hai bisogno di un impianto ad osmosi? O hai bisogno di un sistema di filtrazione? Quanto vale un impianto ad osmosi? Come faccio a sapere qual è il modello migliore per me? E così una lunga lista di dubbi ci assale ogni volta che ci sediamo di fronte al computer per trovare informazioni sull’osmosi inversa. Non cercare più e continua a leggere questo articolo per capire meglio come scegliere il tuo impianto ad osmosi inversa perfetto. Se vuoi migliorare il sapore e le caratteristiche dell’acqua significa che, innanzitutto, hai già notato che qualcosa non va bene con l’acqua del rubinetto. Siamo di fronte ad una prima classificazione se parliamo di sistemi per la depurazione dell’acqua in casa: i decalcificatori (per trattare l’acqua di tutta la casa che si userà per gli elettrodomestici e per la doccia) e gli impianti di filtrazione (per depurare l’acqua che si usa da bere per cucinare). Questi impianti depurano varie quantità di acqua in base al sistema che utilizzano. Qui ci sono dalle brocche di filtrazione fino agli impianti ad osmosi inversa. Adesso il primo passo è sapere che tipo di acqua arriva a casa tua (dolce, media o dura). Dato che pagare le analisi di laboratorio potrebbe essere abbastanza costoso, la versione low cost la possiamo ottenere grazie ai kit di prova che si possono trovare nei negozi di bricolage e per la cura della casa. Questi kit ci permettono di sapere qual è il pH e la durezza in modo rapido. Possiamo anche ottenere informazioni sulla quantità di solidi disciolti che ci sono nella nostra acqua attraverso un misuratore TDS, che è molto affidabile e con un prezzo accessibile.

Passaggi 2 e 3: la selezione e il posizionamento

Il passaggio successivo per scegliere un impianto ad osmosi è conoscere che tipi di impianti di depurazione dell’acqua ci sono. I filtri a carbone (come le brocche dell’acqua) usano il carbone attivo per bloccare i contaminanti nei pori del filtro, che si trovano nella maggior parte dei sistemi che depurano l’acqua. Lo scambio ionico è il processo che usano principalmente i decalcificatori e funziona quando l’acqua con eccesso di sali (calcio e magnesio) si pone in contatto con una resina e si produce lo scambio ionico, trattenendo gli ioni di calcare e magnesio e liberando ioni di sodio (che sono più solubili). Gli impianti di distillazione scaldano l’acqua per raccogliere il vapore, che ha bloccato i contaminanti e lo condensano. Infine, ci sono gli impianti ad osmosi inversa, che sono il metodo più completo di filtrazione e l’unico che riesce a depurare l’acqua. Il terzo passo consisterà nel decidere per quale funzione ti serve il sistema di filtrazione: per tutta la casa (decalcificatore) o usi puntuali (gli altri sistemi), anche se ti interesserà sapere che sono perfettamente complementari.

Comparare impianti ad osmosi gratuitamente

Il comparatore degli impianti ad osmosi ti permette fare un confronto prima di acquistare l’impianto ad osmosi. Inviaci il questionario così sappiamo un po’ meglio le tue necessità e ti invieremo il miglior confronto sul mercato perché tu possa confrontare e scegliere l’impianto che più ti piaccia. Il servizio è gratuito e non ti obbliga a niente. Inoltre, puoi approfittare delle offerte se sono attive! Inviaci adesso il tuo questionario e non perdere l’occasione!