BIDON OSMOSIS: SI POSSONO RIPARARE?

Fusto ad osmosi: la diagnosi

Hai un contenitore ad osmosi e non funziona? Vedi che il serbatoio è pieno però nell’aprire il rubinetto esce poca acqua? L’acqua esce senza forza? Nel servirla l’acqua ha un cattivo gusto e/o odore? Se hai un contenitore ad osmosi e ti trovi in una di queste situazioni, ti interessa questo articolo per evitare di perdere soldi in più. Il primo passo è verificare qual è il problema, che può variare in base al deposito di accumulo che hai. Generalmente, esistono due classi di fusti per lo stoccaggio dell’acqua osmotizzata. Ci sono quelli pressurizzati e quelli non pressurizzati. I fusti pressurizzati sono chiusi ermeticamente e ciò causa alcuni inconvenienti. Per il fatto che è chiuso ermeticamente, l’acqua esce dal rubinetto grazie alla pressione che si genera dentro dello stesso fusto. Il problema nasce quando si perde questa pressione (può succedere con l’uso), visto che il serbatoio è pieno però non c’è forza per espellere l’acqua. Il consiglio in questi casi è che i serbatoi pressurizzati vengano manipolati solo da un esperto. In questo caso, se non sono stati causati danni maggiori all’apparecchio, si potrebbe tornare ad incorporare la pressione nel fusto, ciò permetterà di risparmiare più denaro rispetto al fatto di comprare un nuovo fusto. Un’altra opzione sarebbe quella di integrare al sistema una pompa idraulica, perché forse il problema sta nella pressione dell’acqua di entrata. Tutti gli impianti hanno una tolleranza determinata di minima e di massima in base alla pressione di entrata dell’acqua del rubinetto. Se la pressione è superiore a quella consigliata, l’impianto potrebbe rovinarsi e smettere di funzionare; mentre se la pressione è inferiore al minimo consigliato, potrebbe non entrare acqua con forza sufficiente per generare il processo di depurazione. Dunque, se il tuo serbatoio è della tipologia senza pressurizzazione, questa è la prima cosa che dovresti guardare. E per questo altro tipo di serbatoi, potrebbe esserci la possibilità che il motore si sia rovinato e quindi bisognerebbe sostituirlo con uno nuovo.

 

Cattivo sapore e/o odore dell’acqua?

Tutto ciò a causa della forza con cui esce l’acqua dal fusto ad osmosi. Tuttavia, se hai notato che l’acqua osmotizzata non ha più un buon sapore e/o odore, è importante che presti attenzione. È più probabile che si arrivato il momento di sostituire i filtri e/o la membrana ad osmosi inversa. Perciò sarà sufficiente mettere i nuovi ricambi. Se il problema continua, forse devi fare anche una sanitizzazione di tutto l’impianto, incluso il serbatoio. Si vendono dei kit specifici per questo processo e servono per fare una pulizia profonda dell’impianto senza rovinarlo. Pensa che dentro il serbatoio, si possono generare contaminazioni di tipo secondario (nel caso che non si realizzi la corretta manutenzione dell’impianto o se non si svolge correttamente (toccare i filtri con le mani sporche, ecc.). Se dopo aver fatto una sanitizzazione continua ancora il problema, ti raccomandiamo di contattare il servizio di assistenza tecnica prima di lanciarti a manipolare la tua macchina ad osmosi inversa e causare danni irreversibili.

 

Trova tutti gli accessori e ricambi per la tua osmosi inversa!

Hai problemi con il tuo fusto per l’osmosi inversa? Lascia che nel comparatore degli impianti ad osmosi ti aiutiamo! Facci sapere in questo semplice questionario (è molto facile e rapido da completare) ciò di cui hai bisogno e noi cercheremo i migliori prodotti sul mercato per te. Usare il nostro comparatore è gratuito e non prevede nessun costo. In cambio, ti invieremo, in poco tempo un confronto personalizzato con i migliori risultati che si adattino alle tue necessità. Dopo, dovrai soltanto confrontare, scegliere e comprare quello che più ti piace. Così è facile! Inviaci il tuo questionario e guadagna tempo e denaro!